11 settembre 2010

Mike, ma che cazzo!

15 Commenti

Mike pirla

Vaffanculo, Mike. Vaffanculo! Ma dimmi tu se devo tornare a casa dopo una giornata di lavoro (avevo fatto pure un po’ di straordinario), farmi una bella doccia rigenerante, mettere a bollire l’acqua per la pasta, accendere il computer, controllare Google Reader in cerca di qualche notizia interessante e leggere:

“Mike Portnoy lascia i Dream Theater”

Il numero e la potenza di bestemmie che si possono pronunciare dopo aver letto una cosa del genere non sono quantificabili. Pesce d’Aprile? Mmm potrebbe essere…PECCATO CHE SIAMO A SETTEMBRE! Trovata commerciale? Può darsi, ma che schifo di trovata commerciale però! Cioè cazzo io i Dream Theater li ho visti dal vivo e pensare che Mike Portnoy verrà sostituito da qualcun altro per non so quanto tempo, beh, è una cosa che non mi va giù. Erano come il Dream Team dell’NBA, il quintetto perfetto. E invece no, l’omino con la batteria gigante dice:

“Le ultime collaborazioni che ho avuto negli anni mi hanno fatto capire che ora come ora mi diverto più a fare altro che non a stare con i Dream Theater”.

Si vabbè allora io sono Batman e stasera mi ingroppo a Catwoman. Che poi magari va a finire come Bruce Dickinson che viene rimpiazzato da Blaze Bayley per un paio di dischi e poi tornano tutti insieme appassionatamente e rockeggiano allegramente come un tempo e vissero tutti felici e contenti nei secoli dei secoli, god dog.

Ma poi, Blaze Bayley la batteria la sa suonare? Secondo me non la sa suonare. Boh, staremo a vedere.

Mike, torna. Sta casa ashpettattè. Voglio piangere.

16 agosto 2010

Jónsi - Go Do.

7 Commenti

Oggi ho ascoltato il suono della felicità e sono tornato bambino.

E’ stato bellissimo :)

Ascoltatelo anche voi.

Jónsi - Go Do

17 luglio 2010

Appunti disordinati.

8 Commenti
Milano
Milano.
Il caldo.
L’umidità.
Le zanzare sui navigli e in casa.
Lo zampirone e la racchetta fulminainsetti
Il lavoro.
I colleghi.
Gli utenti che hanno lo schermo tutto nero.
Lo schermo che non era collegato alla presa.
L’aria condizionata.
Le bocchinare e i cravattari.
Un amico che ti salva la vita.
Il portatile (finalmente).
Fare buon viso a cattivo gioco.
Lo stipendio che arriva proprio il giorno del mio compleanno (ieri).
Auguri.
Grazie.
Ma di che.
Degli auguri.
Ah ok.
Quella telefonata che non ti aspetti ma ti riempie di gioia.
Fare la lavatrice.
Pulire casa.
Fare la spesa.
I vecchi coinquilini (grazie dal profondo del mio cuore).
La nuova casa.
Impiegare 5 minuti per arrivare a lavoro, a piedi.
Essere un cuoco provetto (nel senso che ci provo ogni giorno).
Ettolitri ed ettolitri di acqua fresca.
3 maschi ed 1 femmina nella stessa casa.
L’affetto delle persone care.
Quelli che chiedono “Hey! Come stai?!” giusto per.
Dire sempre che va tutto bene sennò poi uno si preoccupa.
Avere voglia di parlare e non trovare qualcuno che può ascoltare.
La mia prima volta al ristorante giapponese.
La fibra ottica.
Quelli che si arrampicano sugli specchi.
”Siamo interessati ad incontrarla per un colloquio”.
Le “dinamiche”.
Cinema e gelato in Piazza Duomo.
Dare il giusto peso alle cose.
Tenersi in contatto.
Farsi un nuovo account per Windows Live Messenger.
Farsi un nuovo account per Skype.
Farsi un nuovo account per GMail.
Aggiornare il curriculum.
Perdersi.
Ritrovarsi.
Stringere i denti e il buco del culo che non si sa mai.
La sigaretta in balcone.
Fumare molto meno.
Cercare di capire quale nuovo look dare a questo blog.
Ebbene si, sono tornato :)

2 giugno 2010

Milano

7 Commenti
Ebbene si, alla fine sono partito per Milano. Pochi giorni per organizzare, tanti pensieri da riordinare, cose a cui bisogna rinunciare e cose che probabilmente si possono ancora conservare. Ci saranno ostacoli da superare ed altri da abbattere. Non sarà per niente facile e questo già lo so ma perché non provarci? :)
Gentili lettori abituali o occasionali, non so per quanto tempo sarò assente ma farò il possibile per tornare presto, promesso.
Anzi no, facciamo che non vi prometto niente sennò magari ci rimanete male. E poi non sono il tipo di persona che promette più di ciò che è realmente in grado di mantenere.
Saluti :)